Copy Trading Vs PAMM – Differenze, pro e contro

da | Set 13, 2018 | Social Trading Segreti | 0 commenti

Con il forex trading, qualsiasi investitore ha indubbiamente un enorme potenziale a portata di mano.

Tuttavia, prima che tu possa davvero impegnarti in modo efficace, è importante che tu stabilisca le basi e i parametri corretti per il tuo trading. Questo significa che è necessario conoscere il mercato e le opzioni a tua disposizione per il trading.

Pamm vs Copy Trading

Due delle opzioni più frequentemente scelte dagli investitori nell’ambito del Forex sono l’apertura di un account PAMM (Percentage Allocation Money Management) o di copy trading tramite una piattaforma di copy trading.

Entrambi i tipi di account sono offerti da molti dei migliori broker forex sul mercato. Entrambe le opzioni hanno sia fattori positivi che di rischio. In questo articolo vedremo i dettagli relativi al PAMM trading confrontandolo con il copy trading, per vedere cosa aspettarsi da entrambi i tipi di investimento e aiutarti a identificare quale tipologia è più adatta alla tua situazione.

Cos’è il PAMM Trading? – Le basi

Un account PAMM è un tipo di account di trading che prevede, solitamente, tre parti. Ovvero:

  • l’investitore
  • un broker
  • un gestore di fondi o un trading manager.

Con un account PAMM l’investitore, tramite il broker, imposta un accordo di trading con un money manager che operi a suo nome.

Questo tipo di trading, in definitiva, relega il ruolo dell’investitore a fornitore del capitale necessario sul conto per il trading. L’effettiva esecuzione dei trade dipende dal gestore del fondo, che spesso effettua operazioni a propria discrezione all’interno di un insieme di parametri ampi delineati dall’investitore.

Quando si utilizza un account PAMM per operare sul forex, la conoscenza richiesta dall’investitore diminuisce drasticamente, se non è eliminata del tutto. Questo perché l’investitore PAMM sta solo fornendo il capitale, e non opera in prima persona.

Il ruolo del broker in un account PAMM solitamente è quello di facilitare la connessione tra il gestore di fondi e l’investitore. È anche possibile che il gestore di fondi lavori direttamente per il broker.

Con questa forma di trading, il trader di solito prende una commissione sulle operazioni vincenti e in alcuni casi applica una commissione fissa per i propri servizi. Anche il broker ha diritto a una commissione o a una tariffa fissa.

L’investitore quindi deve solo aspettare la distribuzione degli utili. Ci sono inoltre una serie di strumenti che molti broker mettono a disposizione per mantenere una visione d’insieme dello stato del proprio account, per poter controllare tutte le operazioni fatte dal gestore autorizzato.

Vantaggi e svantaggi del PAMM Trading

Naturalmente, come in ogni forma di trading, ci sono dei fattori positivi nonché alcuni compromessi che vanno presi in considerazione prima di decidere di investire con un account PAMM.

Vantaggi

  • Non è necessaria alcuna preparazione sul forex per aprire un account. Questo ovviamente può far risparmiare un sacco di tempo e fatica a seconda dei propri obiettivi e della propria situazione.
  • Aprire un account PAMM può essere un modo semplice e senza troppe complicazioni per entrare nel mondo del forex trading. Alcuni vedono questo genere di investimento come se ci fosse un socio nascosto.
  • Si sta ingaggiando un trader professionista che probabilmente ha un’esperienza sufficiente per dimostrare le proprie capacità. Ipoteticamente, questo dovrebbe aumentare la probabilità di successo.
  • Gli account PAMM spesso sono i più efficienti in termini di tempo. Questo è ancora più vero se si è molto occupati.
  • Se confrontato con un’esperienza di trading individuale, il potenziale di perdita di capitale solitamente è ridotto, soprattutto se non si desidera o non si ha il tempo di studiare il necessario prima di iniziare a fare trading da principiante.

Svantaggi

  • Tutto il rischio assunto dai trader ricade sull’investitore. I gestori di fondi e i broker non si assumono alcuna responsabilità. Come investitore bisogna accettare che diversi elementi del proprio investimento sono al di fuori del proprio controllo.
  • I trader di maggior successo, in genere, applicano commissioni più elevate. In questo senso, si sta pagando per un successo potenziale senza alcuna garanzia. Servono quindi pazienza e fiducia.
  • Come investitore, non si ha il controllo sulle operazioni che vengono effettuate. Il gestore dei fondi è autorizzando a effettuare operazioni a vostro nome.

Cos’è il Copy Trading? – Le basi

Il copy trading è un’altra forma di trading molto popolare, utilizzata principalmente da investitori molto impegnati o che stanno ancora gettando le basi per le proprie operazioni nel mercato forex. Come suggerisce il nome, il copy trading prevede, abbastanza letteralmente, di replicare le operazioni a mercato dei trader di maggior successo.

Gli elementi imprescindibili per facilitare l’implementazione di una strategia di copy trading sono i seguenti:

  • un broker
  • Una piattaforma di trading che consente di replicare le operazioni
  • Un altro trader, o Signal Provider, i cui trade verranno copiati.

Al seguente link puoi scoprire di più su cos’è il copy trading.

Molti broker forniscono questa possibilità tramite le proprie piatteforme di trading, quindi l’intero processo può essere automatizzato e controllato dall’investitore. Innanzitutto, vi verrà fornita una serie di dati approfonditi per misurare le performance dei vari trader. Fatto questo potrete quindi scegliere i trader da cui copiare. Questi saranno i vostri Signal Provider, e la piattaforma penserà al resto.

Il processo di replica avviene immediatamente non appena il vostro signal provider effettua delle operazioni. I trade verranno replicati secondo un rapporto scelto da voi e la piattaforma rispetterà anche qualsiasi altro limite abbiate impostato.

Solitamente, nel copy trading i broker e i signal provider vengono pagati con delle commissioni applicate allo spread pagato su ciascuna operazione dai partecipanti, motivo per il quale con questa tipologia di trading i livelli degli spread tendono a essere un po’ più alti del normale. In alternativa, una volta calcolati i risultati della performance, al signal provider verrà pagata una commissione concordata, sia essa in percentuale o fissa, a seconda dell’accordo. Solitamente, in qualità di investitore, avete la possibilità di cambiare, in qualsiasi momento, i parametri di trading che avete impostato, oppure di chiudere completamente una posizione.

Con il copy trading, nonostante la piattaforma effettui automaticamente i trade al posto vostro, avrete comunque il controllo totale sul vostro capitale. Questa è la differenza principale tra copy trading e PAMM.

Vantaggi e svantaggi del Copy Trading

Come per il trading PAMM, ci sono svariati fattori da tenere in considerazione prima di lanciarsi nel copy trading.

Vantaggi

  • Potrete seguire e implementare le operazioni di forex trader esperti, con buoni risultati precedenti.
  • Con il copy trading, la piattaforma implementerà automaticamente le vostre scelte, quindi la quantità di lavoro da svolgere è minima.
  • Non è richiesta alcuna conoscenza precisa sui mercati, visto che tutte le decisioni più importanti vengono prese e replicate dai signal provider.
  • Manterrete il controllo sul vostro capitale di investimento e potrete cambiare i parametri in qualsiasi momento.

Svantaggi

  • Il vostro investimento dipenderà sempre dal successo di altri trader. Questo fattore ovviamente non può essere garantito.
  • Anche se non sarete voi a fare trading in prima persona, quindi pur non dovendo essere un forex trader esperto, per avere successo con il copy trading dovrete comunque essere in grado di analizzare i signal provider, per scegliere quelli che fanno al caso vostro e creare un portfolio equilibrato.
  • Gli spread dei trade copiati tendono a essere più alti del normale.
  • Le percentuali trattenute dai broker sono variabili. Spesso dipende dal successo del signal provider. Quindi, vi potreste ritrovare a pagare commissioni più alte per possibilità di successo più elevate.
  • Ad ogni modo, dovete cedere una parte di controllo sui vostri trade. È un fattore che va accettato.
  • Molti trader professionisti mostrano di avere ottimi profitti, ma si tratta di guadagni ottenuti in un lungo periodo di tempo. È richiesta molta pazienza, soprattutto per i nuovi trader. Non c’è nessuna scorciatoia.

PAMM vs Copy Trading – Quale scegliere

Nel confrontare oggettivamente il PAMM trading e il copy trading, il primo punto da indicare è che tra i due ci sono molte somiglianze. Se applicati correttamente, entrambi sono metodi efficaci per generare un introito passivo dal trading ed entrambi condividono molti fattori.

Trovare le differenze tra le due tipologie e sceglierne una con cui continuare, alla fine, dipende molto dalla vostra personalità come investitori, oltre ad altri fattori. Questi altri fattori possono includere le offerte di ciascun broker e come si distinguono a seconda dei vostri obiettivi. Quasi tutti i broker più importanti offrono questi servizi. Sta a voi, in qualità di trader, analizzare come bilanciare le commissioni, il vostro tempo libero e i vostri obiettivi nel forex trading.

Uno dei punti chiave da tenere in considerazione è quanto controllo volete sul vostro investimento. Con un account di trading PAMM, ne avrete molto poco. Solitamente i fondi vengono allocati al vostro gestore per un periodo di tempo limitato e voi accettate i risultati alla fine del periodo. Questo metodo può essere più idoneo per una persona che preferisce non interagire affatto con il proprio investimento e che si accontenta della distribuzione dei profitti alla fine.

Il copy trading, d’altro canto, offre molto più controllo agli investitori, e questo principalmente perché il capitale non è mai ceduto a terze parti. Anche se viene utilizzato dalla piattaforma di trading, rimane comunque in mano a voi e potete utilizzarlo come preferite.

Un altro fattore determinante da considerare è il costo relativo di entrambe le tipologie di trading. Il trading PAMM differisce dal copy trading in quanto la seconda tipologia prevede meno parti. Visto che il copy trading viene offerto dal broker tramite una piattaforma (solitamente del broker stesso), dovrete pagare una sola commissione per questa tipologia di trading, quella del broker. D’altro canto, con il trading PAMM, dovrete pagare anche una tariffa al gestore del fondo, che normalmente è collegata alla performance. A questa tariffa, chiaramente, ne va aggiunta un’altra per il broker, visto che svolge un ruolo da intermediario.

Conclusioni

Come abbiamo potuto vedere confrontando PAMM e copy trading, queste tipologie di investimento condividono molti fattori. Entrambi sono molto popolari nel mercato attuale dato che sempre più investitori tentano di bilanciare vite sempre più impegnate con le forme di investimento che preferiscono. La cosa importante è comprendere la natura di entrambe le tipologie, precisando sempre che nessun investimento è a rischio zero.

Questi due metodi rendono il trading molto più accessibile al pubblico e abbattono le barriere d’entrata che finora hanno bloccato molti utenti dall’accedere al mercato forex. Quindi, qualsiasi opzione vogliate scegliere, in fondo stareste comunque raggiungendo nuovi traguardi nella vostra carriera d’investimento.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *