Il Copy Trading è sicuro? Indagine sul Copy Trading

da | Set 8, 2018 | Social Trading Segreti | 0 commenti

Il trading online può spesso sembrare scoraggiante, soprattutto per i principianti.

Non solo bisogna scegliere la piattaforma giusta che soddisfi le proprie esigenze, ma serve anche avere una conoscenza approfondita di come funzionano i prodotti finanziari, oltre a possedere una comprensione generale dei principali fattori sottostanti che potrebbero determinare il fatto che il valore di un determinato strumento salga o scenda.

Tuttavia, con l’introduzione di una nuova funzionalità rivoluzionaria chiamata copy trading, ora puoi provare il trading anche se sei un principiante.

In questo articolo, andremo a vedere esattamente cosa è il copy trading, come funziona e se fa al caso tuo. Cercheremo anche di rispondere a una domanda essenziale: il copy trading è sicuro?

Leggendo tutto dall’inizio alla fine avrai tutte le risposte che cerchi. Iniziamo spiegando cosa sia il copy trading.

copy trading sicuro

Cos’è il Copy Trading?

In breve, il copy trading si basa sul processo di replicare le stesse operazioni di un altro utente sulla stessa piattaforma su cui si è registrati. Con un semplice clic, si ha la possibilità di trarre profitto dal successo dell’individuo che si sta seguendo, in base all’importo che si è disposti a rischiare.

Ad esempio, diciamo che hai trovato un trader che vorresti copiare, che focalizza le sue operazioni sui mercati Forex. Sebbene questo investitore solitamente operi con volumi elevati, tu decidi di rischiare solo $500. Se nel corso del mese il trader guadagna un profitto netto del 10%, i tuoi $500 saranno diventati $550. Indipendentemente dal numero di operazioni effettuate dal trader di tua scelta, finché lo seguirai, ogni singola operazione verrà replicata in proporzione all’importo che hai deciso di investire.

Ora come ora, verso la fine del 2018, ci sono tre piatteforme principali nell’ambito del copy tradingeToroZulu Trade e Ayondo. Tramite queste tre piattaforme è possibile fare trading su svariati prodotti finanziari, e questo vuol dire che puoi selezionare trader specializzati nelle particolari nicchie finanziarie che più preferisci.

Queste includono il tradizionale Forex, ma anche azioni, indici di materie prime, ETF, tassi di interesse e persino criptovalute.

Quindi, ora che hai capito bene cosa è il copy trading, nella prossima parte del nostro articolo vedremo come selezionare un trader.

Selezionare un trader

Se hai deciso di cimentarti nel copy trading, è importante capire a fondo il processo di selezione di un trader.

Vorresti copiare un trader senza esperienza o un trader che perde più di quanto guadagni? Ovviamente no, ed è per questo che devi fare le ricerche più opportune.

In sostanza, la maggior parte delle piattaforme di copy trading ti consentiranno di visualizzare una serie di informazioni sui trader in questione. Come puoi vedere dallo screenshot qui sotto, ogni trader ha una propria biografia, insieme a una valutazione. Puoi anche visualizzare le loro prestazioni storiche in termini di operazioni totali e importo realizzato o perso in percentuale, ROI o Pips.

copy trading sicuro profilo

copy trading sicuro profilo 2

Inoltre, queste informazioni possono essere viste in vari modi, ad esempio visualizzando ogni singola operazione. In definitiva, l’obiettivo è quello di selezionare un trader con un ottimo storico operativo mantenuto per un considerevole lasso di tempo. Non basta che un trader abbia realizzato enormi profitti nel primo mese, in quanto non significa che sia in grado di farlo in modo costante.

copy trading sicuro storico

Tra l’altro, non bisogna per forza copiare solo un trader. Anzi, la cosa più sensata è affidare il proprio investimento a più trader, ciascuno specializzato in un mercato diverso. Il trader visto nello screenshot qui sopra si focalizza sul trading di EUR/USD, ma potrebbe essere saggio seguire anche altri trader che operano in altri mercati.

Vuoi vedere alcuni esempi di cosa significa cercare dei trader bravi? Consulta le nostre guide per trovare i migliori trader di eToro, i migliori trader di ZuluTrade e i migliori trader di Ayondo.

Ora che ti sei fatto una buona idea di come selezionare un trader, nella prossima sezione della nostra guida vedremo se “il copy trading è sicuro”.

Il Copy Trading è sicuro?

Per provare a capire se il copy trading sia sicuro o meno, è prima necessario riconoscere i rischi sottostanti.

Prima di tutto, non c’è mai nessuna garanzia che il tuo trader ricavi un profitto. Come accennato prima, la performance storica non è garanzia di risultati futuri. Sebbene un trader possa sembrare in ottima forma, la sua fortuna potrebbe ribaltarsi facilmente nei mesi successivi.

Come puoi vedere dallo screenshot sottostante, questo trader ha avuto un primo mese notevole, grazie al quale ha realizzato un profitto complessivo di poco più di 2.000 Pip. Di conseguenza, tramite la funzionalità di copy trading, questo signal provider ha attirato un numero significativo di follower. Tuttavia, il mese successivo non è stato altrettanto fortunato, e ha perso 1.200 Pip. In definitiva, se avessimo anche noi seguito quel trader avremmo perso una cifra significativa.

copy trading sicuro grafico

Per continuare a far chiarezza sul fatto che il copy trading sia sicuro o meno, un altro fattore da tenere in considerazione è il valore del proprio investimento. Nella maggior parte dei casi, dopo aver scelto un trader, bisogna specificare la quantità di capitale che si è disposti a rischiare. Solitamente viene specificato in termini di percentuale, che spiegheremo in maggior dettaglio di seguito.

Diciamo per esempio che vuoi rischiare $ 1.000 con un trader. Se il trader ha un account operativo di $ 100.000, le operazioni che andrai a copiare ammonteranno all’1% dell’importo che il signal provider sta rischiando su ogni trade.

Se il trader fa un’operazione da $ 5.000 sull’Oro, in sostanza replicherai quel trade per un valore di $ 50. Non bisogna mai commettere l’errore di rischiare l’intero capitale con un solo trader, in quanto non vi è alcuna garanzia che non si verifichino delle perdite prolungate.

Un altro fattore da considerare è la quantità di denaro che il trader è disposto a rischiare per conto suo. Se il trader sta ottenendo buoni risultati, ma sta rischiando solo piccole somme di denaro, significa che potrebbe non essere particolarmente fiducioso delle proprie capacità.

Inoltre, è anche importante considerare la leva finanziaria, ovvero la possibilità di rischiare più soldi di quelli che hai effettivamente sul tuo account – e che può portare a grandi profitti così come a grandi perdite. Se il trader che segui sta operando con una leva di 10:1 ma voi ne state utilizzando una 30:1, significa che il tuo margine è tre volte maggiore rispetto all’operatore che stai copiando.

Infine, è importante analizzare la quantità di volume su cui opera il trader mensilmente. Alcuni trader potrebbero a rimanere sulla difensiva dopo un mese fenomenale, per preservare il ROI complessivo. Ad esempio, se un trader ha realizzato un profitto mensile del 250% rischiando una media di $ 100.000 per trade, ma poi ha ridotto a $ 5.000le dimensioni medie del trade nei mesi successivi, c’è la possibilità che stia tentando di proteggere le proprie statistiche storiche di trading per mantenere alte le percentuali complessive.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *