eToro CFD per il Social Trading: le caratteristiche

da | Mag 14, 2018 | eToro Guide | 0 commenti

Nel post CFD per principianti abbiamo trattato in termini semplici cosa sono i CFD e come funzionano.

In questa lezione invece ci concentreremo invece sulle caratteristiche dei CFD eToro, con i quali puoi fare trading e Social Trading sulla famosa e omonima piattaforma.

Il 65% dei conti degli investitori retail perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. È necessario capire se puoi permetterti di correre l’elevato rischio di perdere i tuoi soldi.

Le caratteristiche degli eToro CFD

Puoi trovare le condizioni contrattuali di tutti i CFD trattati da eToro a questo link.

Ecco un estratto delle tabelle.

 etoro CFD azioni

– CFD eToro su Azioni

I CFD sulle azioni hanno appunto come sottostante le azioni di società quotate in borsa. Al momento eToro consente di negoziare le principali azioni dei mercati di:

  • Francoforte
  • Londra
  • New York: NASDAQ e NYSE

Le caratteristiche dei CFD sulle azioni sono molto simili a quelle degli altri sottostanti, con qualche particolarità in più.

Costi commissionali

Il broker eToro non applica commissioni. Il suo profitto deriva dall’allargamento dello spread denaro-lettera (bid-ask). Come puoi notare, per ogni sottostante azionario, varia lo spread applicato da eToro. Il motivo di queste differenze può essere individuato in:

  • differente quotazione del titolo
  • volatilità
  • liquidità.

Facciamo un esempio pratico per capire quale peso dare ai singoli valori, prendendo in esame APPLE, che è il primo sottostante che compare in tabella.

Aprendo una posizione APPLE CFD, con applicazione di un spread di 8 pip, devi immaginarti una situazione di questo tipo.

Sul mercato NASDAQ, quello dove quota il sottostante di riferimento, APPLE ha un book simile a questo:

denarolettera
126,50126,51

Spread 1 pip

Se non ti sono chiari questi passaggi leggi pure la nostra lezione sul book.

Quindi, nella pratica, sul mercato NASDAQ, per comprare azioni APPLE è necessario un esborso di 126.51$ (prezzo lettera), e nel caso le si volesse vendere invece si incasserebbero 126.50$ (prezzo denaro), più le commissioni applicate dal broker.

Operando invece con il CFD di eToro, vedrai un book più simile a questo:

denarolettera
126,46126,54

Spread 8pips

Come puoi notare dall’esempio, la distanza tra denaro e lettera è aumentata. Questo semplice allargamento dello spread consente ad eToro di guadagnare dalla tua negoziazione, ed a te di essere a mercato con i vantaggi prima elencati.

EToro non è un broker di tipo Market Maker perché non crea un mercato virtuale, ma non è neanche un ECN perché gli ordini dei clienti non sono mandati a mercato direttamente (leggi qui per conoscere i vari tipi di broker).

È un ibrido rispetto a queste due condizioni. In sostanza, eToro ha una sua politica di intermediazione per la quale copre le tue operazioni sui CFD con delle posizioni sul mercato reale, attraverso delle operazioni di markup.

Cosa si intende per markup?

Nella pratica, come hai visto, eToro applica uno spread più alto di quello reale del mercato del sottostante, che gli consente di trarre profitto dalla sua attività di intermediazione.

Quindi, quando tu apri una posizione in acquisto sul titolo APPLE, eToro si posiziona per prima a sua volta in acquisto, ma sul mercato del sottostante (quindi compra fisicamente APPLE sul mercato Nasdaq), e poi apre a te una posizione sui CFD con uno spread maggiorato. Ovviamente il tutto avviene in frazioni di secondi.

La Leva

Capire le logiche che stanno dietro all’applicazione della leva finanziaria ti aiuterà a comprendere come calcolare i profitti e le perdite potenziali.

Si può operare sui CFD azionari con una leva da x1 a x5.

Esaminiamo quindi 2 casi pratici:

Leva: x1
Investimento: 50$
Prezzo di acquisto: 126,54$ (prezzo lettera del nostro ipotetico book)
Sottostante: APPLE

Controvalore azionario comandato (50$ * 1 leva) / 126,54$ = 0,39 unità

Quelle che eToro chiama unità sono di fatto, per questo tipo di CFD, azioni.

Con una posizione a leva x1 ed un investimento di 50$, stai comandando un controvalore pari a 0,39 azioni APPLE.

Se tu vendessi il CFD a 130$ (il che presuppone che il sottostante si sia mosso di conseguenza), la variazione di prezzo sarebbe la seguente:

130$ – 126,54$ = 3,46$

Dal momento che tu non hai fatto un investimento dal controvalore pari ad un’azione intera, o, come la chiama eToro, un’unità, il profitto di 3,46$ deve essere moltiplicato per il controvalore dell’unità corrispondente, quindi:

3,46$ * 0,39unità = 1,3494$

Tirando le somme, se tu avessi investito 126,54$ avresti guadagnato 3,46$. Avendone investiti 50$ a leva x1, hai guadagnato 1,3494$.

Leva: x5
Investimento: 50$
Prezzo di acquisto: 126,54 (prezzo lettera del nostro ipotetico book)
Sottostante: APPLE

Controvalore azionario comandato (50$ * 5 leva) / 126,54$ = 1,97 unità.

Quindi, con una posizione leva x5, ed un investimento di 50$, stai comandando un controvalore pari a 1,97 azioni APPLE (quasi due azioni).

Se tu vendessi il CFD a 130$ (il che presuppone che il suo sottostante si sia mosso di conseguenza), la variazione di prezzo sarebbe la seguente:

130$ – 126,54$ = 3,46$

Ma, come prima, il controvalore della tua operazione non corrisponde ad un’azione bensì a quasi 2, per tanto il profitto di 3,46$ deve essere moltiplicato per il controvalore dell’unità corrispondente, quindi:

3,46$ * 1,97 unità = 6,8162$

Tirando le somme, se tu avessi investito 126,54$ avresti guadagnato 3,46$. Avendone investiti 50$ a leva x5 hai guadagnato 6,8162$

Questa è la potenza dei CFD e della possibilità di utilizzare l’effetto leva. Da questo però derivano anche i possibili rischi se non sai operare come un professionista nel Social Trading.

Costi per operazioni Overnight

Una negoziazione può essere chiusa in giornata oppure essere mantenuta aperta per più giorni. In questo caso, con il contratto CFD di eToro sulle azioni, viene applicata una commissione di overnight, variabile per sottostante e a seconda che si sia posizionati in acquisto o in vendita.

La commissione di overnight viene calcolata alle ore 17:00 di New York, quindi alle 23:00 italiane, salvo in alcuni periodi dell’anno il cui l’America si trova ad avere l’ora legale e noi ancora no.

Puoi controllare i valori commissionali dalle loro tabelle. Noi ti spieghiamo come effettuare i calcoli.

Riprendendo il precedente esempio:

Leva: x1
Investimento: 50$
Prezzo di acquisto: 126,54$ (prezzo lettera del nostro ipotetico book)
Sottostante: APPLE
Giorni di posizione aperta: 3gg.
Commissione overnight: 0,025 (come da tabella, sezione “compra”, visto che sei in acquisto)

Le commissioni di overnight si calcolano ogni giorno.

Ipotizzando di essere alle ore 18:00 italiane del terzo giorno, il calcolo da fare è:

0,025$ * 0,39 unità = 0,00975$

0,00975$ * 2 (numero di notti) = 0,0195$

In definitiva, se per chiudere la posizione ci avessimo messo 3 giorni, il profitto finale sarebbe:

1,3494$ – 0,0195$ = 1,329$

Se fossimo a leva x5 invece…

Leva: x5
Investimento: 50$
Prezzo di acquisto: 126,54 (prezzo lettera del nostro ipotetico book)
Sottostante: APPLE
Giorni di posizione aperta: 3gg.
Commissione overnight: 0,025 (come da tabella, sezione “compra”, visto che sei in acquisto)

0,025$ * 1,97 unità = 0,04925$

0,04925$ * 2 (numero di notti) = 0,0985$

In definitiva, se per chiudere la posizione ci avessimo messo 3 giorni, il profitto finale sarebbe:

6,8162$ – 0,0985$ = 6,7177

Dividendi con i CFD eToro

Le azioni hanno anche la variabile dividendo, ovvero il profitto distribuito dalla società agli azionisti. Operando con i CFD, tu di fatto non sei un azionista della società in quanto possiedi solo un contratto che ti fa guadagnare o perdere in relazione alle oscillazioni di prezzo del sottostante.

Sarebbe quindi normale non aspettarsi nessun dividendo utilizzando i CFD, anche per lungo periodo.

Con i CFD di eToro, invece, il dividendo in realtà viene distribuito. (ecco il nostro post sui Dividendi eToro)

Se si possiede in acquisto il CFD di una società nel momento in cui questa ha deciso di pagare i dividendi, l’importo del dividendo verrà accreditato sul conto in rapporto alle unità di controvalore coperte con l’investimento.

Per poter essere accreditati al ricevimento dei dividendi occorre essere in acquisto su quel preciso CFD entro una certa ora, ovvero le 17:00, ora di New York, del giorno antecedente lo stacco del dividendo vero e proprio. In pratica, se il giorno prima alle 17:00 avevi ancora l’ordine aperto, riceverai il tuo dividendo.

Es: La società APPLE delibera un dividendo pari 3$ per azione posseduta.

L’acquirente del CFD su APPLE con unità pari a 34,3 otterrà un accredito pari a:

34,3 unità * 3$ = 102,9$

Nel caso invece fossi venditore del CFD su APPLE con unità pari a 34,3 otterrai un addebito pari a:

-34,3 unità * 3$ = -102,9$

Sebbene questa cosa possa far storcere subito il naso, occorre considerare anche il fatto che in seguito ad un pagamento di dividendi il valore delle azioni di una società il giorno dopo solitamente scende, per una semplice questione di valore economico totale diminuito. Quindi, l’ordine short potrebbe facilmente andare in profitto.

Social Trading CFD

– CFD eToro su indici

I CFD sugli indici hanno per sottostante gli indici delle principali piazze di negoziazione, ovvero le cosiddette borse.

Le logiche di calcolo per l’applicazione della leva e delle commissioni di overnight sono le stesse delle azioni. La differenza è che sugli indici la leva va da x2 a x100

– CFD eToro sulle materie prime

I CFD sulle commodities (materie prime) non sono molti. Al momento eToro limita la sua offerta a oro, argento e petrolio.

Come per i CFD sugli indici, la leva consentita va da x2 a x100 e i calcoli seguono le stesse logiche descritte con i CFD sulle azioni.

– CFD eToro su coppie valutarie

La gamma di valute offerte da eToro attraverso i suoi CFD è molto ampia. Le leve vanno da un minimo di x2 ad un massimo di x400.

La particolarità che si puoi verificare sulle valute è che in alcuni casi le commissioni di overnight possono essere positive. Questo dipende dal fatto che la valuta che stai comprando può avere un tasso di interesse superiore a quella che stai vendendo.

Esempio pratico con EUR/USD.

Euro paga interesse pari a 0,05% annuo;

Dollaro americano paga interesse pari a 0,25% annuo;

Se vendo EUR/USD, significa che vendo euro ed automaticamente compro dollari, quindi pago lo 0,05% e incasso lo 0,25% annuo.

Per tanto incasso:

0,25 – 0,05 = 0,20% all’anno.

Il valore viene moltiplicato per le unità, dollari in questo caso, di controvalore e diviso per 365 giorni, ottenendo così un importo di accredito per ogni giornata di overnight.

Ovviamente aprendo una posizione in acquisto su EUR/USD si andrebbe ad invertire il calcolo e ad pagare l’interesse giornaliero sotto forma di commissione overnight negativa.

Il margine con gli eToro CFD

Come hai notato ti ho parlato molto di margine bloccato sul conto a garanzia, ma negli esempi operativi con eToro non l’ho citato affatto.

Non l’ho fatto perché la politica di semplificazione di eToro non prevede la gestione della posizione sotto forma di margine, ma ragiona in termini di investimento, ovvero come capitale investito con una certa leva per controllare l’operazione.

Per chiarirti il tutto partiamo con il capire quanto capitale controlli nell’esempio precedente a leva x5.

I dati della tua operazione sono:

Leva: x5
Investimento: 50$
Prezzo di acquisto: 126,54 (prezzo lettera del nostro ipotetico book)
Sottostante: APPLE

Il controvalore che ti trovi a controllare facendo una operazione con queste caratteristiche è pari a:

(50$ * 5 leva) / 126,54$ =

250$ / 126.54$ = 1,9756 unità

Ovvero 1,9756 unità * 126,54$ (prezzo di mercato) = 250$ di controvalore operazione

Semplificando l’operazione, lo stesso risultato ovviamente si ottiene moltiplicando il tuo investimento per la leva:

50$ * 5 (leva) = 250$

Quindi in estrema sintesi se la leva utilizzata ad esempio è x5, il margine normalmente richiesto da un broker è pari a 1/5 (= 0,20), ovvero il 20% del controvalore dell’operazione. Se fosse x10 sarebbe 1/10 (= 0,10), ovvero il 10%, e così via. Più aumenta la leva, più il margine richiesto diminuisce.

Applicando il 20% al controvalore dell’operazione che è di 250$ si ottiene il risultato di 50$ che corrisponde appunto al capitale bloccato da eToro per consentirti di negoziare quel CFD con le caratteristiche sopradescritte.

Per sua scelta tuttavia eToro non parla di margini, un argomento che, come abbiamo visto, sottointende del ragionamento e dei calcoli. Il tentativo di eToro è di rendere le cose più semplici anche per gli investitori più inesperti.

EToro trasforma il blocco sul conto a margine di garanzia in capitale che viene tolto dal conto in quanto investito per finanziare l’operazione, così da dare la possibilità anche agli investitori meno capaci di identificare subito quale sia l’entità dell’importo investito nella singola operazione, e la leva applicata.

Per molti trader ed investitori abituati alle normali piattaforme questa diversità può essere un lieve ostacolo all’inizio. L’importante è capire che i calcoli alla base sono sempre e comunque gli stessi. Si parla sempre di un broker che concede una leva finanziaria e che si tutela ovviamente sul capitale presente nel tuo conto.

Che il capitale sia investito, o bloccato a margine, poco cambia.

In ogni modo, ora che abbiamo conosciuto nel dettaglio come funzionano i CFD di questo broker, passiamo a scoprire la sezione dove possiamo vederli in azione. Ovvero la sezione Mercati di eToro.

CORSO ETORO

#1 Conto Demo eToro #1
#2 CFD eToro #2
#3 Sezione Mercati eToro #3
#4 Popular Investor di eToro #4
#5 Drawdown di eToro #5
#6 Migliori Trader eToro #6
#7 Nuova Piattaforma eToro #7
#8 Come Collegare un Trader eToro #8
#9 Piattaforma WebTrader eToro #9
#10 Gestione Posizioni WebTrader eToro #10
#11 Portafoglio Diversificato eToro #11
#12 eToro Conto Live #12

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *