Le tempistiche quando si investe

da | Mag 17, 2018 | Come Investire Oggi | 0 commenti

Quando pensiamo ai diversi strumenti d’investimento e alla pratica dell’investire in generale, uno dei fattori che spesso scoraggia maggiormente le persone è senza dubbio il tempo. Oggi giorno siamo talmente abituati al concetto di “tutto e subito” che abbiamo perduto il prezioso valore del tempo.

Quante volte abbiamo provato ad imparare qualcosa di nuovo, qualche nuova tecnica che potesse soddisfare un nostro desiderio o necessità, ma poi, dato che i risultati non arrivavano, abbiamo desistito subito dicendo “non funziona”.

tempo per imparare ad investireLa maggior parte delle volte, quello che abbiamo inconsciamente pensato è stato “Non ho voglia di studiare e fare pratica, ci vuole troppo tempo”, e siamo tornati a cercare una nuova tecnica che promettesse una soluzione immediata. Ma ancora abbiamo pensato che ce ne sarebbe voluto troppo, ed abbiamo continuato a cercare la soluzione da “tutto e subito”, senza sforzo.

Ovviamente, quasi mai abbiamo trovato quello che speravamo, e infatti molti dei nostri desideri e delle nostre aspirazioni sono rimasti incompiuti.

Pensiamo solo a quando abbiamo provato a studiare una lingua straniera con uno di quei corsi che promettevano di farcela imparare in 24 ore, senza sforzo, solo con l’ascolto delle cassette. Quando poi abbiamo scoperto che impararla veramente richiedeva uno studio serio, e soprattutto molta pratica, abbiamo abbandonato subito i nostri propositi.

Questo è quello che fa la maggior parte della gente.

Il tempo per gli investimenti

Alcuni invece si comportano diversamente.

Alcuni si soffermano sulla prima tecnica, o ancora meglio, impiegano del tempo all’inizio per trovare una tecnica che sembri meritevole, professionale, adatta al loro modo di essere. A quel punto rimangono concentrati solo su quella, e si danno il giusto periodo per imparare, sapendo che ogni giorno, spendendo anche soli pochi minuti, diventeranno sempre più padroni di questa nuova disciplina.

Queste persone danno del tempo a loro stesse, e lo danno anche alla tecnica per fare in modo che esprima i risultati sperati.

Quando si investe è esattamente la stessa identica cosa. Supponiamo che tu investa in una strategia di compravendita di valute, una strategia che statisticamente ottiene profitto il 65% delle volte. Devi entrare nell’ottica che, una volta cominciato, devi dare modo ai tuoi soldi di lavorare con quella strategia.

Supponiamo ancora che per una sfortunata congiuntura, la strategia attraversi un periodo in cui arrivano tutte insieme quel 35% di perdite, come era statisticamente preannunciato. Molti a quel punto compiono l’errore di non dare tempo alla strategia di compiere il suo ciclo.

Escono, ritirano i propri soldi, ed ecco che cominciano ad arrivare quel 65% di vincite statistiche, ecco che la ragionevole aspettativa si materializza in un vero ricavo. Peccato solamente per chi era uscito prima che si realizzasse.

Quando manca anche la voglia

Il fattore tempistica è anche la ragione per cui in molti preferiscono affidare i propri soldi ad altri investitori, in modo che siano quest’ultimi a fare le scelte al posto loro. Non avevano il tempo, e forse neanche la voglia, di imparare come si faceva.

Come la storia recente ci insegna, queste persone hanno affidato il controllo del loro denaro ad altre persone, hanno avuto fiducia, e purtroppo questa fiducia non gli è stata ripagata. Spesso chi affida i propri soldi ad altri non sa neanche, o non capisce, dove questi soldi vadano a finire, o cosa venga effettivamente comprato. Ecco quando arrivano le brutte sorprese.

Come dice anche Warren Buffet

“I rischi arrivano quando non sai cosa stai facendo”.

Tralasciando il variegato mondo delle truffe e delle società che le attuano (la più famosa recentemente quella di Madoff), una volta che si affida il proprio denaro ad qualcun altro, se ne perde irrimediabilmente il controllo.

Chi lo gestisce molte volte non lo investe dove veramente ci sono delle possibilità, ma piuttosto dove ha invece dei suoi interessi personali o societari.

Secondo te, una società che ha forti partecipazioni in aziende di costruzioni, non userà i tuoi soldi per investire nell’edilizia? Se lo avesse fatto decenni fa sarebbe stato un affare, ma se avesse continuato a farlo mentre la bolla immobiliare scoppiava, il discorso sarebbe stato differente, e non si tratterrebbe più di ragionevoli aspettative, ma di interessi personali.

L’importanza del giusto tempo

soldi-che-maturano-su-alberoEcco perché darsi il tempo di imparare ad investire, e dare modo ai tuoi soldi di maturare, è di sicuro uno dei fattori più determinanti per il successo in questa disciplina.

Legato a questo fattore ci sono anche le aspettative su quanto e quanto in fretta desideri guadagnare. Anche qui il discorso è semplice. ovvero, per fare in modo che i tuoi soldi lavorino in maniera intelligente e più sicura possibile, ci vogliono le giuste tempistiche e la giusta impostazione.

Come hai visto, la giusta tempistica serve per dare modo all’investimento di fare il proprio ciclo e di manifestare quella ragionevole aspettativa. La giusta impostazione serve per consentire al tuo fondo di sopravvivere in qualsiasi situazione, di resistere anche nei momenti negativi, e di avere sempre la forza necessaria per ripartire.

Per spiegarmi meglio, se possiedi un conto d’investimento di 10.000 dollari, e investi tutto in una strategia che rischia il 50% per tentare di raddoppiare il capitale nel giro di tre mesi, allora stai mettendo i tuoi soldi in una posizione altamente rischiosa. Se il tuo intento è quello di raddoppiare o triplicare il tuo capitale nel giro di pochi mesi, ti assicuro che nel giro neanche di pochi mesi, ma di poche settimane, il tuo conto non sarà raddoppiato, ma dimezzato, se non bruciato del tutto.

Per capire se una percentuale di guadagno sul breve periodo è troppo esagerata, prova a convertire il guadagno in una perdita, e chiediti se potresti accettarlo. Per esempio, se con un impostazione di conto sei convinto di ottenere il 50% in più di capitale nel giro di un mese, prova a chiederti come sarebbe invece se fra un mese perdessi metà del tuo conto, perché quasi sicuramente succederà proprio questo.

Ora, giustamente ti starai chiedendo: “Quanto dura questo “giusto tempo” di cui tanto parli?” , “Quali sono le tempistiche?”.

Warren Buffet ha una sua personale teoria a riguardo, forse un po’ estrema.

“L’unità temporale che preferisco è “per sempre”.

Ora, per non partire con delle unità temporali così estreme, che potrebbero causare qualche problema a chi non ha tutta l’esperienza di chi è stato l’uomo più ricco del mondo (e rimane nelle prime posizioni da anni grazie all’arte dell’investire), per quanto riguarda il nostro punto di vista che ti andremo a mostrare per il Social Trading, l’unità temporale che noi preferiamo è sicuramente l'”anno“, per due motivi principali.

1) Prima di scegliere un sistema di investimento devi poterne vedere le performance di almeno un anno. Non intendo dire che devi stare per un anno ad osservarlo, intendo che devi poter consultare i dati di tutto quello che ha fatto per almeno un anno, magari con l’ausilio di particolari strumenti che te ne semplificano la lettura. Se poi hai a disposizione 2 o 3 anni o anche più, ancora meglio.

2) Una volta che hai ragionato su come vuoi investire, quanto vuoi investire, su chi vuoi investire, e hai fatto tutti i calcoli, considerando le ragionevoli aspettative, ma soprattutto il rischio che intendi correre, a quel punto devi lasciare che questa strategia lavori con i tuoi soldi per almeno un anno.

Ovviamente, ci possono essere delle eccezioni, ma questi sono degli ottimi punti di partenza. Se dopo solo un mese, per degli eventi imprevisti, tutto dovesse andare contro le tue aspettative, non c’è bisogno ovviamente di aspettare un anno per poter intervenire.

Nella normalità, se le condizioni che ti hanno portato a fare un certo tipo di scelte rimangono valide, allora devi dare modo al tuo investimento di lavorare, e un anno di solito è il periodo giusto per poter poi tirare le tue conclusioni.

cammino verso investimento di successo

C’è poi il tempo da dare a te stesso per poter imparare questa nuova disciplina. Su questo fattore tu in questo momento sei avvantaggiato, perché abbiamo creato un percorso completo per mostrarti come investire con le nuove opportunità del Social Trading.

Non saltare però subito avanti, ricorda questa lezione. Datti il tempo di leggere tutti i corsi, almeno una volta, ancora meglio se li leggessi due volte. Metabolizza bene tutti i concetti.

Poi comincia.

Se fai un passo preciso alla volta arriverai dritto a centrare i tuoi obiettivi. Chi invece corre scomposto e salta i passaggi è più facile che manchi l’obiettivo.

Una persona, nonostante avesse capito l’importanza del fattore tempo, al termine di una riflessione mi disse “Ci vuole comunque troppo. Lo sai che mi ci vorrebbero almeno 2 anni per investire e raggiungere il risultato che voglio?”.

Io ho risposto con un’altra domanda:

“Per caso questo tuo obiettivo sarà più vicino fra 2 anni se neanche cominci?!”.

CORSO INVESTIRE OGGI

#1 Con che capitale iniziare #1
#2 Le due vie principali #2
#3 Investimento Strumenti #3
#4 Tempo di investire #4
#5 L’obiettivo d’investimento #5
#6 Lavorare ed investire #6
#7 Gli interessi composti #7
#8 Investire nella conoscenza #8
#9 Il portafoglio di investimento #9
#10 Riassunto e conclusioni #10

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *