Recensione eToro WebTrader

da | Giu 23, 2015 | Recensioni Broker | 0 commenti

NOTA BENE PRIMA DI PROSEGUIRE

La piattaforma eToro è profondamente cambiata da quando abbiamo redatto questa Recensione Webtrader eToro.

Nonostante ciò, la Webtrader eToro è ancora funzionante. Puoi leggere in questo post le nostre impressioni e opinioni. Inoltre:

1. Se sei più interessato a come funziona la Webtrader eToro, puoi consultare questa lezione;

3. Puoi aprire un Conto Demo Gratuito in 10 secondi per provarla con mano.

EToro oggi è famoso per il suo innovativo Social Trading, ma in particolare per la funzione di Copy Trading che consente agli investitori di copiare trade da altri investitori professionisti in modo automatico.

Pochi sanno però che eToro nacque come un normale broker per il Forex, che offriva una normale intermediazione per il retail trading su questo mercato. (leggi la nostra Recensione Nuovo eToro per scoprire la sua storia fino ad oggi)

Il termine normale però non è il più adatto, perché fin dalle origini eToro ha avuto un impostazione ed un obiettivo altamente incentrato alla semplicità di utilizzo, in modo da attrarre per lo più quegli investitori e trader che preferivano una piattaforma alternativa, facile da capire e da utilizzare.

Restano famosi i primi tentativi di eToro fatti in questa direzione, chiamati la Forex Marathon o la Globe Trader, che ai tempi assomigliavano più ad un video game che ad una piattaforma di trading professionale.

Solo in seguito eToro aggiunse le sue funzionalità di Social Trading prima, e Copy Trading poi, fino ad arrivare a quello che è oggi, un network completo per gli investimenti.

Nonostante questa evoluzione, eToro rimane comunque un broker a tutti gli effetti, un broker con cui un trader può sia decidere di fare Copy Trading, sia di aprire e gestire compravendite sui CFD in totale autonomia.

In entrambi i casi, lo strumento per fare tutto questo è la eToro WebTrader.

Oggi la WebTrader si presenta come uno strumento accessibile solamente da web direttamente dal sito eToro, non scaricabile in versione desktop, dalla grafica e dalle funzionalità moderne, anche se non ha perso il suo approccio alternativo e semplificativo all’attività di trading.

WebTrader eToro

Le sezioni

webtrader etoro strumenti

Nella parte alta della WebTrader troviamo la sezione dedicata all’elenco degli strumenti su cui è possibile fare trading con eToro.

Ci sono, ed è possibile filtrarli per visualizzarne solo alcuni, coppie valutarie, indici, materie prime, ma mancano i CFD sulle azioni delle società quotate. Questa mancanza risulta un po’ scomoda, in quanto se volessimo comprare o vendere un’azione di una società dovremmo per forza recarci nella sezione Mercati dell’OpenBook, e accedere direttamente alla pagina del CFD della società (Oppure cercarli attraverso la funzione di ricerca posta nel menù nella barra in alto, ma questo presuppone che si sappia già lo strumento che si vuole negoziare).

In ogni caso, di ogni strumento utilizzabile troviamo alcuni utili strumenti come la visualizzazione del grafico storico delle quotazioni e l’allarme per essere avvisati del raggiungimento di un certo prezzo.

Insomma, questa sezione sarebbe simile a molte altre di diversi altri broker, se non fosse che in eToro possiamo trovare anche un dettaglio sul sentiment degli investitori per quella particolare coppia di valute, indice o materia prima. In pratica, eToro mostra la percentuale di persone che sono in acquisto su quel particolare strumento.

Che tu ti voglia accodare al gregge, o fare il contrarian e agire contro la massa (entrambe le cose possono essere giuste, dipende da molte altre variabili) avere questo dato direttamente sotto il naso risulta molto utile.

Non appena si clicca sui buttoni di Vendi o Acquista di ogni strumento appare la schermata pop-up di inserimento dell’ordine. Un normale utilizzatore di MT4, o di altri broker che possiamo definire “classici”, a questo punto rimarrebbe confuso.

Sì perché con eToro non si ragiona in termini di lotti avendo una leva finanziaria già impostata, da cui viene poi calcolato il margine necessario, come è per la stragrande maggioranza dei broker. In eToro si investe, ovvero si decide l’importo che si vuole dedicare per quella operazione e la leva finaziaria che si intende utilizzare, ovvero il moltiplicatore, partendo da un minimo di x1 (solo per le azioni, tutto il resto minimo x2) fino ad un massimo di x400 (accessibile solo sbloccandolo dalle impostazioni).

Un trader classico riconoscerebbe subito che il ragionamento su eToro è inverso rispetto al normale. Normalmente si sceglie il lot size, con una certo tipo di leva impostato a monte, e questo determina il margine. Con eToro invece si decide di investire quello che in pratica è il margine, e poi si decide quanta leva finanziaria utilizzare.

Se ti abbiamo creato un po’ di confusione, non preoccuparti. Spieghiamo tutto nel dettaglio nel nostro corso base per eToro.

In ogni modo, anche qui vale lo stesso discorso già ripetuto più volte. Un trader o investitore abituato ad una piattaforma di trading normale al primo impatto potrebbe storcere il naso e non ritrovarsi subito, dovendo ragionare un po’ per capire quello che in realtà si sta facendo, ma questo può essere anche solo un problema di abitudine, facilmente risolvibile con un po’ di pratica.

Per chi invece è alla prima esperienza, questo sistema della Webtrader eToro può addirittura risultare di più facile comprensione, anche se è nostra idea che avere un tasto sotto mano con cui si possa “giocare” con la leva in ogni operazione possa essere un pericolo, o quanto meno un rischio aggiuntivo, se non si sa con estrema precisione quello che si sta facendo.

La leva finanziaria può essere un’alleata se sai con estrema precisione quello che stai facendo, sei disciplinato e sai quando fermarti. In quel caso è un ottimo modo per ottenere di più utilizzando meno risorse, ovvero meno margine. Se invece non sai quello che stai facendo di preciso, non sei disciplinato, non hai una strategia chiara e non sai quando fermarti (o magari non “riesci” a farlo), allora la leva è tua nemica, e può farti perdere quasi o tutto quello che hai senza che tu neanche te ne accorga.

Web Trader eToro

Posizioni Aperte, Ordini, Cronologia, Notizie

webtrader etoro ordini

Nella parte inferiore della eToro Webtrader, nella sezione Posizioni Aperte, troviamo elencate tutte le posizioni aperte a mercato in questo momento.

Quelle provenienti, quindi copiate, da un trader sono raggruppate sotto il trader appunto, e basta cliccare sul triangolino di fianco al nome per aprire l’elenco e poterne vedere i dettagli.

Osservando poi i dettagli delle singole posizioni vediamo riflesso il particolare modo di gestire il trading di eToro. Non vi sono riferimenti al lot size, ma si parla di Importo e Unità.

Quello che sicuramente manca però, e che sarebbe stato molto utile da avere sempre sott’occhio, è il dato sul moltiplicatore utilizzato per ogni operazione. Inutile ripetere che la leva è una cosa utile, ma anche pericolosa, e che se hai sbagliato lo dovresti sapere subito. Senza un’indicazione chiara gli investitori dovrebbe ogni volta dividere le Unita per l’importo per risalire quindi alla leva usata. Di sicuro un’operazione non comoda.

Nella sezione Ordini è possibile vedere gli ordini pendenti non ancora entrati a mercato, sia quelli dei Trader copiati, sia gli eventuali nostri personali.

Nella sezione Cronologia possiamo invece risalire ai trade eseguiti sul nostro conto, dove, nel caso del Conto Pratica, non viene reso disponibile tutto lo storico, ma solo le ultime 100 operazioni.

Con il Conto Real invece, cliccando in alto su “Altro”, possiamo accedere anche ad un estratto conto, dove è possibile trovare tutti i dati e tutte le operazioni eseguite, potendo anche scaricare i dati con tutti i dettagli in un comodo foglio Excel (quello che ci vorrebbe anche per le operazioni eseguite dai Popular Investor di eToro).

Se per un Conto Real questa è una necessità imprescindibile, sarebbe stato molto utile potere avere lo stesso strumento sul Conto Pratica, in modo da poter testare il portafoglio in demo anche per lungo periodo, senza perdere i dati sui trade eseguiti una volta che questi superano i 100 di numero. L’unica soluzione apparente al momento, se si volesse farlo in ogni caso, sembra quella di farlo a mano. Sicuramente non una comodità.

Essendo il trading molto legato alle notizie economiche e geo-politiche, eToro ha riservato l’ultimo tab appunto ad una bacheca con i feed delle principali news d’interesse.

EToro Webtrader

Saldo, Importo Investito, Guadagno Netto, Patrimonio

webtrader etoro conto

L’ultima parte in basso offre un riepilogo dello stato attuale dell’esposizione sugli investimenti e del patrimonio.

Come prima, questa visualizzazione è qualcosa di nuovo per un trader o investitore abituato alle classiche piattaforme di trading.

Il margine viene trattato come un Importo Investito, che se sottratto dal Patrimonio, restituisce il Saldo del Conto, ovvero il capitale ancora disponibile per ulteriori operazioni o investimenti (ovviamente al netto di eventuali guadagni o perdite evidenziati in Guadagno Netto).

Come detto prima, questa impostazione di eToro può creare confusione, oppure essere di più facile comprensione. In ogni caso, il nostro corso eToro è il luogo giusto per chiarire ogni dubbio e capire come interpretare al meglio, e soprattutto senza errori, questa WebTrader eToro.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *