I diversi tipi di Forex Trader

da | Mag 17, 2018 | Forex Guide | 0 commenti

Nel Social Trading (o come veniva chiamato all’inizio Mirror Trading o Copy Trading, scopri qui le differenze) una delle figure principali è il trader, chiamato anche Signal Provider, ovvero quel soggetto che fornisce i segnali di trading che vengono copiati dagli investitori che lo seguono, detti appunto follower.

Il Signal Provider, alla fine, non è nient’altro che un trader che, in proprio o attraverso sistemi di trading automatico chiamati expert advisor (EA), opera sui mercati.

Cos’è un trader?

Un trader è qualsiasi persona che opera sui mercati, per lavoro, per passione o per vivere.

vari tipi forex traderPossiamo distinguere i trader in molti modi. Molte delle distinzioni che vedremo sono determinate dal carattere del trader, oltre che dal percorso di studi e di interessi che hanno portato la persona a diventarlo.

– Quantità di sottostanti su cui operano

Ci sono trader che operano su molti mercati, trattando moltissimi sottostanti. Solitamente questi trader per poterli seguire tutti lavorano su ottiche temporali di lungo periodo, dove i movimenti giornalieri del singolo sottostante non vanno ad incidere particolarmente sulle singole operazioni.

È un trading sicuramente molto rilassato, il trader ha tempo di spaziare tra i vari mercati e sottostanti, e decidere con calma quando sovrappesare i suoi investimenti e quando sottopesarli. Solitamente questa tipologia di trader assume quasi la connotazione di investitore.

Altri trader invece preferiscono un’operatività più esclusiva, prediligendo pochi mercati, molte volte uno solo e con pochi sottostanti, spesso uno soltanto. Questo li rende maggiormente assimilabili a degli speculatori che investono e guadagnano su ogni minimo scostamento di prezzo di quel singolo sottostante.

– Orizzonte temporale

Le categorie in questo caso sono tre.

orizzonte temporale nel forexTrend Follower: hanno orizzonti temporali molto lunghi, entrano a mercato cercando di intuire movimenti molto importanti del sottostante (non le singole oscillazioni giornaliere), che ovviamente non si verificano tutti i giorni. Per questo motivo spaziano tra molti mercati e molti sottostanti, in modo da aumentare il numero di occasioni di investimento. La durata media di una loro operazione va da dalle settimane, ai mesi, in alcuni casi anche anni.

Swing Trader: per swing trading si intende quel tipo di trading che mira a guadagnare da quei movimenti decisi ed improvvisi del mercato che possono durare uno o più giorni, e che vengono chiamati appunto swing. Solitamente le operazioni durano più di un giorno ma meno di una settimana, ma ci possono ovviamente essere delle eccezioni.

Day trader: Sono trader che cercano di guadagnare dalle variazioni giornaliere di prezzo dei sottostanti che seguono. Le loro operazioni vengono quasi sempre chiuse entro la fine della giornata, raramente il giorno successivo. Visto l’orizzonte temporale delle loro operazioni prediligono più sottostanti rimanendo solitamente confinati all’interno di un singolo mercato generale, per non disperdere le loro energie.

Una sotto categoria del day trader è lo scalper. È sicuramente la figura più speculativa e frenetica del mercato. Sono trader che operano con leve molto consistenti e su orizzonti temporali molto brevi, dell’ordine di minuti o secondi per singola operazione. Il loro obiettivo e chiudere in profitto molte operazioni con piccolissimi profitti nel corso della giornata.

– Tipo di analisi

Un’altra cosa che distingue i trader è il tipo di studio che viene fatto prima di decidere se aprire una posizione a mercato.

tipo di analisi forexLe due grosse categorie in questo caso sono:

– I trader che si affidano all’analisi fondamentale. Sono solitamente gli investitori più di lungo periodo che si dedicano allo studio delle informazioni di natura fondamentale, teorica e globale.

A seconda del sottostante le informazioni rilevanti possono essere diverse: si va dalle singole notizie sulla società, alle previsioni sulle commodity, alle condizioni economiche del singolo paese, all’analisi macro economica e alla sua situazione politica e monetaria, piuttosto che all’analisi di un segmento di mercato e dei competitor di un’azienda, e per quanto riguarda le valute in particolare alle decisioni della banche centrali.

– I trader che affidano le loro decisioni operative all’analisi tecnica. Sono solitamente gli Swing e Day Trader che utilizzano un approccio al mercato di questo tipo (ma anche sul lungo periodo viene molto usata).

Questi trader sostengono che qualsiasi notizia, avvenimento, situazione geopolitica (e chi più ne ha più ne metta) sia già scontata, ovvero rappresentata, nel prezzo. Quindi che il prezzo comprenda e mostri già tutto quanto. Secondo queste teorie, non rimane da fare altro che leggere il prezzo, analizzarne il comportamento recente e passato e le configurazioni con strumenti tecnici, e operare di conseguenza.

Il punto in comune tra tutti i trader

In qualsiasi caso, distinzioni a parte, il minimo comune denominatore, tra praticamente tutti i trader dei nostri tempi, è che sono persone che compiono i loro studi e le loro analisi davanti ad uno o più monitor di un pc, dedicandovi più o meno interamente la loro giornata lavorativa.

Con l’evoluzione informatica alcuni di questi sono riusciti a riportare i loro schemi decisionali all’interno di un sistema complesso di regole informatiche, creando dei sistemi automatici di trading o Expert Advisor, che, grazie ad una minima o del tutto assente supervisione, operano sul mercato per conto del trader.

CORSO FOREX

#1 Valute nel Forex #1
#2 Scambio di valute nel Forex #2
#3 Pip nel Forex #3
#4 Spread nel Forex #4
#5 Broker nel Forex #5
#6 Leva finanziaria nel Forex #6
#7 Margine nel Forex #7
#8 Come fare trading nel Forex #8
#9 Tipi di ordini nel Forex Trading #9
#10 Tipi di Forex Trader #10
#11 Ordini Buy long e Sell short nel Forex #11
#12 Panoramica Guida Mercato Forex #12

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *